Instagram

Seguici!

Telefono: 0573 291 45

WhatsApp: 371 302 27 18

info@ilpapyrus.com

Seguici:

Letterina all’abusivo

Letterina all’abusivo

Se non hai la partita IVA sei un abusivo e semplicemente non dovresti lavorare come professionista. Nei lavori tutelati da un albo (e i grafici non hanno un albo) sarebbe un grave reato.

Non ti temo per la qualità dei tuoi lavori che spesso è mediocre ma il prezzo che tu puoi praticare per me è irraggiungibile. Tu non paghi l’INPS e non paghi l’IRPEF (e tutto il resto) e quindi, di fatto, puoi lavorare a metà del mio listino guadagnando, in proporzione, il doppio. Sei il mio nemico giurato, sei colui che mi fa correre più del dovuto, sei l’utile idiota di questo stato (che si accanisce con gli onesti) che mi costringe a lavorare 12 ore al giorno. Sei un disonesto, ecco.

Sei il giusto non-professionista che si meritano clienti ottusi che credono di risparmiare e di essere furbi non sapendo che la fattura che non chiedono a te la pagheranno cara sulla prossima addizionale, del prossimo governo tecnico di noi altri. Sei un improvvisato, un approssimativo, uno che di espediente in espediente ha capito che poteva viverci facendo il furbo, il furbo a discapito non solo dei colleghi ma della società.

Tu caro abusivo hai tutto il mio disprezzo, mi fai pena, hai la faccia tosta di andare in giro, di spacciarti per professionista, di fingere per quello che non sei. Potrei in qualche modo capire se tu fossi bravo, se tu fossi migliore di me e di tanti onesti colleghi: tu sei scarso ma pratichi prezzi bassi e quindi ti freghi lavori che non ti spettano, che nessuno si sognerebbe mai di affidarti, lavori di cui non sei all’altezza.

Io non spero che ti becchi la finanza (se poi capita, non è che mi dispiaccia), io spero che tu possa vivere per sempre con la frustrazione di essere un finto professionista, un finto artigiano, un finto cittadino e di conseguenza un finto uomo che non ha abbastanza palle per aprire una partita iva e mettersi sul mercato.